realizzazione giardini brescia

Whatsapp Facebook Twitter Pinterest Linked In
030 25 23 654 | info@vivailoda.it

progettazione giardini brescia progettazione giardini brescia

Fiori invernali: ecco quali fiori stagionali resistono a gelo e neve.
Ami vedere il giardino o il balcone fiorito anche d'inverno? Nessun problema. Ci sono fiori stagionali che resistono anche al gelo e alla neve. Scopriamoli!
Tanti pensano che i fiori siano troppo delicati per poter resistere alle temperature più rigide. In gran parte è vero, ma ci sono molte specie, invece, che possono regalarci la gioia delle loro belle fioriture colorate anche in inverno. 

Ecco quindi una lista dei più bei fiori invernali.



Un classico fiore invernale: il ciclamino

Fiore dai petali di un bellissimo rosa vivo, il ciclamino appartiene alla famiglia delle Primulacee e fiorisce proprio d’inverno, fino a marzo/aprile.
Il ciclamino ama il sole ma non la luce diretta. Resiste bene al freddo, purché non sia esposto al vento. Se preferite, potete coprirlo, durante la notte, con dei teli in tessuto non tessuto, per evitare che venga appesantito dalla brina o dalla neve.
La terra deve essere sempre umida, ma senza ristagni. Per conservarlo sempre bello e favorire la fioritura, ogni due o tre settimane ti consiglio di aggiungere all’acqua dell’innaffiatura un concime ricco di potassio.

Le viole sempreverdi

Ci sono in realtà molte varietà di viola che resistono la freddo. Una di queste è la viola del pensiero, uno dei fiori invernali che presenta anche una vasta scelta di colori. Teme più il caldo del freddo. D’inverno resiste al freddo purché il terreno non sia esposto per troppi giorni consecutivi al gelo. Però, non preoccuparti, se viene sepolta dalla neve. Basta qualche giorno di sole per vederla rifiorire. Le basse temperature, infatti, favoriscono la fioritura. Ama i terreni morbidi e leggeri, ben arieggiati e drenati e ricchi di materiale organico. Per questo la sua messa a dimora ideale è in vasi di terracotta. Ha sempre bisogno di essere idratata, per cui bene alle annaffiature costanti che mantengano umido il terreno ma non con ristagno di liquidi. Tra un’annaffiatura e l’altra è meglio lasciare asciugare il substrato.
Per assicurarsi una bella e abbondante fioritura, il miglior concime è quello a lento rilascio in granuli, da mescolare al terreno ogni venticinque giorni circa.

Camelie invernali: la camelia sasanqua

Originaria dell’isola giapponese di Okinawa, la camelia sasanqua appartiene alla famiglia delle Theaceae. Infatti il suo nome significa proprio “fiore del tè di montagna”. Ha forma cespugliosa, quindi è ideale non solo per creare una bella macchia di colore, ma anche un po’ di movimento. I suoi fiori possono essere rosa o bianchi e i suoi fusti ben si prestano alle potature. Anche per questo fiore, a necessità, puoi pensare a delle coperture per assicurarti che meglio sopporti il freddo. Una cosa importante da ricordare è che il terreno dove vengono messe a dimora non deve avere calcare. Il pH deve essere acido, o neutro al più, e deve essere fresco, molto ben drenato e ricco di nutrimenti organici. Proteggi l’impianto radicale con una pacciamatura, perché la camelia sasanqua resiste fino a -10° gradi, ma le sue radici, che sono piuttosto superficiali, non devono mai essere a contatto con il gelo. Anche questo fiore non ama il sole diretto e il vento.
Bada che abbia sempre da bere e potala per dare equilibrio alla chioma, e il gioco è fatto.

La Mahonia

Sempreverde originario dell’Asia e dell’America Settentrionale, la Mahonia è un arbusto di media grandezza che regala una bella fioritura proprio d’inverno. Non teme il gelo e va piantato preferibilmente a terra, per un ottimo sviluppo. Può essere usato anche per comporre una siepe, vista la densità del suo sviluppo e i tre metri di altezza che può raggiungere. I suoi fiori assomigliano a delle pannocchie, sia nella forma, sia nel colore giallo oro brillante. Emanano un profumo molto intenso, motivo in più per non farsele mancare. Questi fiori danno poi origine a delle bacche commestibili, di colore violaceo tendente al nero, che ricordano delle piccole olive. Anche la mahonia predilige le posizioni semi-ombreggiate, dove la luce non la colpisca in modo diretto per più ore durante il giorno. Come la camelia ama i terreni ben drenati, anche se ha maggior capacità di adattamento a più condizioni. Sopporta bene la siccità e va annaffiata solo nella stagione calda. In inverno riesce ad accontentarsi della pioggia, oppure se il terreno è proprio secco e asciutto da qualche giorno. Hanno uno sviluppo lento e il concime migliore è quello a lento rilascio. Va potata di rado, preferibilmente a fine primavera, quando non ci sono fiori o boccioli in preparazione.

Il Gelsomino di San Giuseppe

Il gelsomino di San Giuseppe, o gelsomino invernale o, ancora, Jasminum Nudiflorum, fiore originario di paesi solitamente caldi ed esotici, appartiene alla famiglia delle Oleaceae, che racchiude circa 200 specie di piante. Nel nostro Paese cresce spontaneamente e da sempre è associato all’amore. Fiorisce prima dell’inizio della primavera colorando l’ambiente con i suoi bei fiori solitari gialli o bianchi. È una pianta rustica e rampicante, che comunque non ama il vento.
Come la Mahonia, può idratarsi solo di pioggia, ma se il terreno fosse troppo asciutto, ti consiglio di annaffiarlo ogni due o tre settimane. Alla base della pianta, ricorda di tenere sempre del concime organico che le possa sempre dare da mangiare. Non ha grosse pretese per il terreno dove viene messo a dimora, meglio però se ricco di humus.

La Dafne

La Dafne è una tra le prime piante a fiorire con il freddo. Dai generosi fiori rosati, questa pianta ha un buonissimo profumo ed un aspetto delicato quanto elegante.
Perfetta anche in terrazzo, visto che non cresce oltre il metro di altezza, la Dafne non ha bisogno di cure particolari. Non ama il sole diretto e non va mai spostata da dove viene collocata. Il terreno lo preferisce un po’ acido, che non deve mai essere secco, quindi al via annaffiature non molto abbondanti ma controllate di frequente.
Bene, per questa settimana ti ho dato qualche spunto sia per il periodo natalizio, dove potrai divertirti con qualche decorazione e composizione floreale, sia per quanto riguarda il quotidiano, con questo elenco di fiori invernali con cui potrai continuare a mantenere vivo e colorato il tuo giardino o il tuo balcone.

Non mi resta che augurarti buon weekend.

Al prossimo consiglio.

Fausto


Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo sui tuoi social networks preferiti.
Domande? Dubbi? Mi trovi su  Facebook e Twitter.